NUOVO CONCORSO PER DIRETTORE DEI SERVIZI GENERALI ED AMM.VI: BOZZA DEL BANDO E CORSO DI PREPARAZIONE

Il Ministero dell’Istruzione sta per emanare il nuovo bando di concorso ordinario per DSGA sarà su base regionale.

In sostanza il bando sarà  bandito solo nelle regioni dove le graduatorie del precedente concorso 2018  sono esaurite e ci sono posti vacanti.

Le graduatorie saranno valide per due anni.

Vediamo chi è il DSGA nelle scuole e quali le competenze:

La sua figura è definita dalla tabella A – profili di area del personale ATA allegata al CCNL 2006/2009.

Questi i suoi compiti:

  • Svolge attività lavorativa di rilevante complessità ed avente rilevanza esterna.
  • Sovrintende, con autonomia operativa, ai servizi generali amministrativo-contabili e ne cura l’organizzazione svolgendo funzioni di coordinamento, promozione delle attività e verifica dei risultati conseguiti, rispetto agli obiettivi assegnati ed agli indirizzi impartiti, alpersonale ATA, posto alle sue dirette dipendenze.
  • Organizza autonomamente l’attività del personale ATA nell’ambito delle direttive del dirigente scolastico.
  • Attribuisce al personale ATA, nell’ambito del piano delle attività, incarichi di natura
  • organizzativa e le prestazioni eccedenti l’orario d’obbligo, quando necessario.
  • Svolge con autonomia operativa e responsabilità diretta attività di istruzione, predisposizione e formalizzazione degli atti amministrativi e contabili; è funzionario delegato, ufficiale rogante e consegnatario dei beni mobili.
  • Può svolgere attività di studio e di elaborazione di piani e programmi richiedenti specifica specializzazione professionale, con autonoma determinazione dei processi formativi ed attuativi.
  • Può svolgere incarichi di attività tutoriale, di aggiornamento e formazione nei confronti del personale.
  • Possono essergli affidati incarichi ispettivi nell’ambito delle istituzioni scolastiche.

Il D.S.G.A. è a capo del personale A.T.A. e rientra nell’area D di questo personale della scuola. 
Svolge un lavoro di tipo amministrativo, contabile e direttivo. Spetta al D.S.G.A., nel rispetto delle direttive del D.S., attribuire al personale A.T.A. incarichi di natura organizzativa e, quando è necessario, prestazioni eccedenti l’orario di servizio settimanale (36 ore). L’orario di servizio settimanale del D.S.G.A. è di 36 ore settimanali. Il suo stipendio parte, ad inizio carriera, da 1916 euro lordi al mese22.994 euro all’anno. La retribuzione del D.S.G.A., come per tutto il personale Docente e A.T.A., viene individuata dal C.C.N.L. del Comparto Istruzione e Ricerca. In base a tale contratto viene individuato lo stipendio tabellare lordo (cosiddetta retribuzione di base) che viene aggiornato in base ai rinnovi contrattuali e ad incrementi mensili delle retribuzioni tabellari. Allo stipendio sono da aggiungere altre indennità previste dal CCNL e che variano anche in ragione del tipo di scuola in cui si è assegnati. 

PROVE D’ESAME (indicazioni)

Le prove previste, tenendo conto della nuova normativa del decreto “Brunetta” saranno due: una scritta e una orale, per cui entro il 2022 il concorso sarà portato a termine e dal 1^ settembre ci saranno le nomine dei vincitori.

  1. La prova scritta è costituita da 60 quesiti a risposta multipla (4 opzioni di risposta delle quali una esatta)  L’ORDINE DEI QUESITI SARÀ DIVERSIFICATO PER CIASCUN CANDIDATO. LA PROVA SARÀ COMPUTERIZZATA E OGNI CANDIDATO AVRÀ A DISPOSIZIONE UNA POSTAZIONE INFORMATICA ALLA QUALE ACCEDERANNO TRAMITE UN CODICE DI IDENTIFICAZIONE PERSONALE. 
  2. La prova orale, da svolgere anche in videoconferenza, consiste in un colloquio sulle materie di esame, la verifica della conoscenza degli strumenti informatici e della lingua inglese.
  3. I contenuti delle prove sono sostanzialmente identici a quelli della precedente procedura concorsuale, che è stata avviata tre anni fa, mentre le modalità di svolgimento prevedono l’esclusione della prova teorico-pratica. In base all’allegato B del bando 2018 i candidati dovranno prepararsi su determinati argomenti. Le materie d’esame potrebbero essere – Diritto costituzionale e Diritto amministrativo con riferimento al diritto dell’Unione Europea.– Diritto civile– Contabilità pubblica in riferimento alla gestione amministrativa delle istituzioni scolastiche– Diritto del lavoro con riferimento particolare al contratto del pubblico impiego– Legislazione scolastica– Ordinamento e gestione amministrativa delle istituzioni scolastiche autonome e stato giuridico del personale scolastico– Diritto penale con particolare riferimento ai delitti contro la Pubblica amministrazione

Per i vincitori immessi in ruolo, è previsto il vincolo di permanenza, nella sede di prima assegnazione di titolarità. Il vincolo avrà una durata non inferiore a quattro anni scolastici, oltre a quello dell’immissione in ruolo.

I titoli di studio previsti per partecipare al concorso dovrebbero essere:

  • DIPLOMA DI LAUREA IN GIURISPRUDENZA, SCIENZE POLITICHE, SOCIALI O
  • AMMINISTRATIVE, ECONOMIA E COMMERCIO;
  • DIPLOMI DI LAUREA SPECIALISTICA (LS) 22, 64, 71, 84, 90 E 91;
  • LAUREE MAGISTRALI (LM) CORRISPONDENTI A QUELLE SPECIALISTICHE AI SENSI
    DELLA TABELLA ALLEGATA AL D.I. 9 LUGLIO 2009.

Pur evidenziando le seguenti perplessità sul bando, non possiamo che accogliere con favore la celerità con cui si intende procedere.

In effetti la proposta ministeriale mostra le seguente lacune :

  • le prove concorsuali, reputate troppo nozionistiche tenuto conto della declaratoria e dalle responsabilità che riguardano  il profilo del DSGA. Sarebbe opportuno rafforzare maggiormente materie che riguardano il funzionamento della scuola e degli organi di governo della stessa.
  • la scelta delle Commissioni, che non possono essere slegate dal Comparto Scuola: devono appartenere alla categoria o quanto meno allo stesso Ministero dell’Istruzione.
  • poter conoscere i dati dei posti scoperti di DSGA, le cui funzioni vengono svolte dagli Assistenti amministrativi e quanti di questi sono senza titolo specifico.

AVVISO

Così come già avvenuto nel 2018 la FLP SCUOLA FOGGIA organizzerà a breve un CORSO DI PREPARAZIONE ALLA PROVA SELETTIVA E ORALE. Il corso sarà svolto sia in presenza, con le dovute precauzione e misure di prevenzione Covid, che in video conferenza. Tutte le lezioni in presenza saranno comunque audio e video registrate motivo per cui saranno disponibili in una specifica piattaforma cui si accederà con i codici che saranno assegnati a ciascun corsista. Ad ogni corsista sarà messo a disposizione materiale di studio e approfondimento. Il corso vedrà come formatori DSGA esperti, dirigenti scolastici, legali esperti in diritto scolastico, ex dirigenti del Ministero dell’Istruzione.

Il corso per ovvi motivi di proficuità dell’intervento formativo e per questioni di sicurezza, sarà a numero chiuso ed è riservato a coloro che sono iscritti alla FLP SCUOLA ovvero che si iscrivono al sindacato.

Si fa presente che in occasione del concorso 2018 il corso organizzato da questa organizzazione sindacale ha ottenuto un grande successo con circa il 60% di vincitori regolarmente immessi in ruolo. 

Per informazioni inviare mail a info@flpscuolafoggia.it oppure telefonare dal lunedì al venerdì dalle ore 16.30 alle ore 19, anche se è preferibile recarsi in sede per ottenere tutte le informazioni necessarie.